Questo sito usa i cookies aiutandoci a capire come lo utilizzi per migliorare la qualità della navigazione tua e di altri.
Scorrendo la pagina o cliccando su qualunque elemento acconsenti all'uso dei cookie. informativa sulla privacy

EcoFoodFertility, il nuovo modello di valutazione dell'impatto ambientale sulla salute umana

FOCUS: AMBIENTE E SALUTE, SALENTO MEDICO 2019

di GIOVANNI ANDREA COPPOLA*
*Presidente del C.d.A. Tecnomed Coordinatore dei Servizi di Medicina della Riproduzione Centro Medico Biologico Tecnomed (Nardò) Diagnostica Fabia Mater (Roma)

Il progetto «Eco Food Fertility» A CENA CON LUIGI MONTANO, Co-Presidente della Società Italiana della Riproduzione Umana (SIRU) e Coordinatore del Progetto EcoFoodFertility, PER PARLARE DI UNA RICERCA NAZIONALE CHE HA COINVOLTO ANCHE IL SALENTO

Inquinamento Ambientale Napoli - 28 gennaio 2019

Inquinamento ambientale Napoli 280119Lunedì 28 Gennaio nella prestigiosa sede napoletana dell'Istituto Italiano di Studi FIlosofici a Palazzo Serra di Cassano, nell'ambito del convegno "Inquinamento Ambientale" riflessioni giuridiche e bioetiche, a cui parteciperanno importanti rappresentanti istituzionali del mondo politico, culturale, scientifico e della magistratura, ci sarà la relazione del Dott. Luigi Montano, Presidente della Società Italiana della Riproduzione Umana, sul progetto di ricerca EcoFoodFertility:

Premio Coppola 2018

Premiato per la ricerca scientifica e l’innovazione sociale il Dott. Luigi Montano

La XI edizione del “Premio Luigi Coppola - Città di Gallipoli”, evento itinerante istituito dalla Città di Gallipoli nel 1997 e che negli anni ha valorizzato in tutta Italia i meriti di medici, ricercatori ed associazioni, fra cui si annoverano il Premio Nobel Rita Levi- Montalcini, il farmacologo Silvio Garattini, quest’anno si è tenuta a Nardo’ ed ha premiato il dott. Luigi Montano, UroAndrologo dell’ASL di Salerno, esperto in Patologia Ambientale e Medicina dello Stile di Vita,

L'ultimo Spermatozoo

Da anni gli spermatozoi sono in calo,
con gravi e­ffetti sulla fertilità
degli uomini. Ma il problema è poco
studiato, perché per
secoli l’infertilità è stata attribuita
(a torto) solo alle donne

venerdì 5 Ottobre Eccellenze Nolane, Campo Eubiotico

venerdì 5 Ottobre a partire dalle 17.30 - Cimitile (NA) Via Boscofangone

Presentazione del Campo Eubiotico Orto della Fertilità del Progetto di Ricerca EcoFoodFertility presso la cooperativa agricola Eccellenze Nolane a Cimitile (Na). L'evento rientra nell' ambito delle attività di animazione della seconda fase del progetto EcoFoodFertility che si sta portando avanti in particolare su ragazzi 18-22 enni con un progetto di prevenzione finanziato dal Ministero della Salute in tre aree pilota a forte pressione ambientale d'Italia ( Brescia, Valle del Sacco nel Frusinate e Terra dei Fuochi) sugli indici di contaminazione e sulla possibilità di intervento disintossicante da inquinanti ambientali con stili di vita corretti e intervento nutrizionale sul modello della dieta mediterranea con prodotti sani, di qualità, senza residui di pesticidi e ad alto potere detossificante (Bonifica uomo inquinato).

Meeting tossicolgia - Berlino 2018

Berlino Meeting internazionale Tossicologia 2018Presentati a Berlino al Meeting internazionale della Società Europea di Teratologia e Tossicologia ben tre nuovi lavori del progetto di ricerca EcoFoodFertility che sono pubblicati sul numero di settembre di Reproductive Toxicology. Nella foto il Dott. Luigi Montano, coordinatore del progetto.

 

Sperma: indicatore affidabile dell'inquinamento

polveri sottiliI fattori ambientali potrebbero avere un ruolo chiave nel continuo e notevole declino della qualità dello sperma osservato negli ultimi decenni. Questo studio ha confrontato i parametri seminali e lo sperma DFI negli uomini che vivono in aree con diversi livelli di inquinamento atmosferico. I risultati dimostrano che sia i lavoratori delle acciaierie che i pazienti che vivono in un'area altamente inquinata mostrano una percentuale media di frammentazione del DNA dello sperma superiore al 30%, evidenziando un chiaro danno spermatico. In questo lavoro, sono state utilizzate due diverse tecniche per misurare il danno del DNA spermatico nei gruppi di pazienti, trovando in entrambi i casi un DFI ad alto sperma in pazienti che vivono in aree inquinate. Noi candidati alla frammentazione del DNA dello spermatozoo come prezioso indicatore precoce della presenza e degli effetti nocivi dell'inquinamento. Suggeriamo che la valutazione del DNA dello sperma possa essere sia un indicatore della salute individuale e della capacità riproduttiva, sia un dato adeguato per connettere l'ambiente circostante con i suoi effetti.

ABSTRACT in Inglese

Uomini in salute: lo predice la qualità dello sperma

Negli uomini l'infertilità non va sottovalutata: può essere un segnale d'allarme per ipertensione, disturbi endocrini o della pelle. Lo svela uno studio dell'Università di Stanford.

Spermatozoi piccoli, deboli o poco attivi non minacciano solo i progetti di coppia, ostacolando il desiderio di paternità, ma potrebbero essere un segnale da non sottovalutare: negli uomini la qualità dello sperma sembra essere strettamente correlata allo stato di salute generale, tanto da poter essere rivalutata come fattore predittivo o segnale di allarme di ipertensione, disturbi endocrini o della pelle.